eat eat urra gluten free

Eat Eat Urra: una mistery box interamente gluten free

Nato a maggio 2019, Eat Eat Urra è un progetto che si concretizza in una mistery box contenente prodotti gluten free. La box, i cui prodotti vengono cambiati di mese in mese, è pensata per far conoscere nuovi sapori.

Come nasce Eat Eat Urrà?

L’idea è stata di Valentina, celiaca da 15 anni, ed è nata dall’unione di due sue passioni, quella per il cibo e quella per le feste, intese queste ultime come momento di celebrazione, di condivisione di momenti di felicità. Non a caso il claim di Eat Eat Urrà è “delivering gluten free happiness”. «Sin da bambina adoravo andare a fare la spesa con i miei genitori e cercare novità da provare, spiega Valentina. «Quando mi è stata diagnosticata la celiachia, ho dovuto a malincuore abbandonare le mie vecchie abitudini alimentari e imparare ad apprezzare sapori differenti. Non mi sono però persa d’animo e ho ricominciato la mia ricerca di prodotti nuovi e originali. Partendo da questi due punti fermi, ho pensato di creare una box di prodotti con lo scopo di far conoscere nuovi sapori e di far riscoprire il piacere di un vero e proprio regalo da scartare. Ad oggi, la maggior parte delle persone che ci lascia un feedback sugli acquisti, oltre ad apprezzarne il contenuto, ci ringrazia proprio perché si è divertita a scartare la box».

Ma come funziona?

Ogni mese Valentina e la sua socia Paola scelgono otto prodotti e li inseriscono in una mistery box ordinabile online scrivendo alle due ragazze attraverso la pagina Facebook o Instagram dedicata al progetto. «A breve sarà online il sito e sarà possibile acquistare direttamente tramite un apposito form, l’acquisto sarà più semplice e veloce», dice Paola.

eat eat urra gluten free

Il contenuto è segreto, una sorpresa che viene svelata solo nel momento dell’apertura della box. Gli otto prodotti gluten free selezionati provengono dall’estero, soprattutto Inghilterra e America, ma non mancano proposte italiane. «Privilegiamo aziende giovani e intraprendenti che producono in piccoli lotti e garantiscono alta qualità», commenta Valentina.

Come vengono selezionati i marchi e i prodotti?

L’idea alla base di Eat Eat Urrà è quella di consegnare prodotti diversi da quelli che il celiaco è abituato a trovare nei negozi specializzati o nei supermercati e il processo di selezione è frutto di una ricerca che va avanti da qualche anno. «Il nostro obiettivo è quello di proporre sapori nuovi, spesso audaci, provenienti soprattutto da Inghilterra, Irlanda, Scozia e Stati Uniti, vere e proprie chicche. Abbiamo iniziato a ricercare le aziende online ma ci siamo spostate anche all’estero per brevi soggiorni, per poter “toccare con mano” tutte le delizie del mercato gluten free internazionale. I prodotti che scegliamo non solo sono senza glutine ma anche senza derivati animali e spesso senza lattosio», racconta Paola.

Cosa comprende la box?

eat eat urra gluten free
La box di gennaio 2020

Oltre ai prodotti, la box comprende una cartolina con il tema del mese dal momento che ogni mese i prodotti vengono selezionati seguendo un filo conduttore. «Il lavoro creativo mensile parte dall’ideazione del tema e culmina nella selezione dei prodotti, combinati tra loro in modo da creare una piacevole esperienza di gusto. Il tema viene scelto prendendo spunto dalle stagioni e dalle festività più importanti ma cerchiamo ogni volta di dare un taglio insolito. Il fil rouge della box di febbraio, ad esempio, è l’amore per il cibo, l’unico amore che non finisce mai», aggiunge Valentina.

La box comprende anche una shopper bag in tela, inclusa solo nella prima spedizione. È infatti possibile acquistare una singola box oppure abbonarsi a un piano così da ricevere una box diversa ogni mese. Inoltre è possibile fare un regalo, in questo caso viene richiesto di inviare via mail il messaggio da inserire nella box da consegnare al festeggiato.

eat eat urra gluten free
La shopper bag

In generale la box comprende prodotti diversi ogni mese: biscotti, caramelle, muffin, snack salati, preparati, farine speciali ma anche drink. «In Eat Eat Urra curiamo la nostra box mensile sulla base di temi stagionali e di nuove scoperte che riteniamo valga la pena condividere», aggiungono Valentina e Paola. Che assicurano come tutti i prodotti delle box siano sicuri. Riportano infatti la dicitura “gluten free”, che ne certifica la sicurezza negli ingredienti e nei metodi di produzione, così come le diciture previste per le altre intolleranze o per prodotti privi di derivati animali.

La box è infatti acquistabile non solo da celiaci ma anche da persone che hanno altre intolleranze. Molti prodotti inseriti sono infatti anche senza lattosio, senza latticini o adatti ai vegani. Prima di acquistare, in caso di altre intolleranze, è consigliabile contattare le due fondatrici e comunicare loro quali sono le proprie esigenze. «Qualora nella box mensile scelta fossero presenti uno o più prodotti non idonei, la personalizzeremo inserendo prodotti adatti a chi la vuole ordinare».

Un esempio: la box di gennaio

Nella box di gennaio, venduta al costo di 31,90 euro, c’erano i seguenti prodotti:
Purely – Chips di Platano Nice & Spicy
My Sweet Chickpea – Ceci al Cioccolato Fondente con aroma di cappuccino
Pasta d’Alba – Gnocchetti di riso e amaranto BIO
Prewetts – Biscotti Digestive Milk Chocolate
Amisa – Organic Gluten Free Chickpea Crispbread
Pinkfinch Veg Crisps – Green Bean and Sugar Snap Peas
Biona Organic – Caramelle Mini Fruit Bears
Isola Bio – Riso Curcuma Golden Drink 
Tra i più apprezzati ci sono i Pinkfinch Veg Crisps, delle patatine veg prodotte in Irlanda del Nord con fagiolini e piselli freschi, conservati sottovuoto per mantenere intatto il sapore.

eat eat urra gluten free
Il contenuto della box di gennaio 2020

Per contattare Eat Eat Urrà visita queste pagine FB e IG o scrivi a questo indirizzo eateaturra@gmail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *